Enzo Torresi

Centro Studi Storico-Sociali Siciliani
"Banca dati di Letteratura e Poesia"
"Storia, Folklore, Arte, Mitologia"
"In tutto il mondo con i SICILIANI"
La Sicilia che lavora

Centro Studi Storico-Sociali Siciliani

La Sicilia e il mondo

TUTTI MAFIOSI?

Ma chi sono veramente questi siciliani? A leggere l'opera storica dell'inglese Denis Mack Smith, parrebbe che siano stati antropofagi sino al secolo scorso; a prestar fede a quello che ha scritto un siciliano, scrittore d'ingegno, Leonardo Sciascia, sembrerebbe che la loro classe dirigente borghese non sia altro che "un' accozzaglia di sciacalli"; a credere poi al mafiologo Michele Pantaleone i siciliani, tutti compresi e nessuno escluso, sarebbero mafiosi dal primo all'ultimo; e in un celebre brano - celebre soprattutto per le speculazioni che vi si sono imbastite sopra - del suo Gattopardo , un grandissimo scrittore, quale indubbiamente è Giuseppe Tomasi di Lampedusa, ha scritto che i siciliani amano solamente il sonno.
Ma sono davvero così i siciliani? Sono quindi da considerare tutti mafiosi, tutti sciacalli e tutti infingardi e sonnacchiosi? Non hanno per nulla contribuito alla civiltà? Ci sia permesso di rispondere serenamente e obiettivamente, senza esaltazioni campanilistiche ma anche senza ostilità preconcette, al quesito: "Quale contributo hanno dato i siciliani all'avanzamento della civiltà?".
Si potrebbe incominciare dalle età antiche ricordando l'archeologo Amedeo Maiuri; dalle età classiche, ricordando Empedocle di Agrigento le cui precorritrici teorie sulle basi immateriali ed energetiche della materia hanno ancor oggi validità; e un giurista come il catanese Caronda , le cui leggi furono lodate da Aristotele, e adottate perfino a Mazaka in Cappadocia; oltre a Stesicoro (che per la sua grandezza fu definito "l'Omero della lirica"), Teocrito di Siracusa (fondatore della poesia bucolica), che fu maestro riconosciuto di Virgilio, il quale nelle sue Egloche invocava le siciliaes Musae di Teocrito. Nel campo delle scienze basterà un solo nome, quello di Archimede di Siracusa, le cui scoperte fisico-matematiche sono ancor oggi valide. Insomma, sin dalla fondazione del mondo, nel campo della gastronomia, della cultura letteraria, della storia civile, delle scienze naturali e sociali, della storia ecclesiastica, del campo della politica, la Sicilia non è soltanto la terra della mafia, della superstizione e dell'ignoranza. Certo non tutto è oro in Sicilia, e ci sono mende e difetti, indubbiamente; ma non conosciamo terre perfette. Solo vorremmo che la Sicilia fosse meglio conosciuta, questo sì, perché solo chi conosce può parlare con cognizione di causa dei pregi e dei difetti di questa Terra.
E a questo proposito, vi consigliamo la lettura di una storia dei nostri giorni, di un siciliano considerato il "mago della new economy".

ENZO TORRESI
...Io ebbi 23 offerte di lavoro appena laureato. Il Politecnico forniva i nostri nomi a tutte le aziende: Olivetti Siemens, Telettra e Fiat, quelli che avevano una componente elettrotecnica… Andai subito a lavorare a Ivrea.

Enzo TorresiEnzo Nunzio Torresi, nato a Pedara (CT) nel 1945, laureato in ingegneria elettronica al Politecnico di Torino. 1969-1970 Carriera iniziata in Olivetti Ivrea, ricercatore nei laboratori di Ricerca Tecnologica. Il mio capo a Ivrea era un americano della Xerox, che Olivetti aveva assunto come capo della ricerca. A Ivrea aveva 400 persone, altre 40 nel New Jersey, a Tenafly. Questo americano Phd era un radioamatore. Io ero cinque livelli sotto di lui e un giorno per caso ci incontrammo in un corridoio e gli dissi che ero radioamatore come lui, guardando nei nostri registri trovammo le rispettive sigle: ci eravamo già parlati senza sapere chi fossimo. Questo piccolo evento risultò molto importante per la mia carriera, perché lui mi favorì molto. “Dottor Torresi, io la porterò nel mio laboratorio nel New Jersey che è molto importante perché penso che qui sarebbe sprecato…“, mi diceva.
A quei tempi a Ivrea in mille facevano progettazione, in 400 facevamo ricerca. Resistetti lì dieci mesi, dopo di che lui mi mise su un aereo mandandomi con una scusa all’Università del Rhode Island, dove feci un corso di due mesi post graduate sulla fisica dei dispaly a cristali liquidi. In due mesi di Kingston mi resi conto che quel che volevo fare io era negli Stati Uniti d'America. Lui alla fine di questa permanenza mi mandò nel laboratorio del New Jersey, dove avvenne un altro caso fortuito. Il capo dei capi della ricerca e sviluppo, ingegner Pier Giorgio Perotto (già alla guida del gruppo che realizzò la P 101 "Perottina”, considerata il primo personal computer) venne negli Usa per approvare il budget 1971. E io mi trovavo lì in queste due settimane di permanenza… Io avevo lavorato per un po’ con i colleghi americani per fare una dimostrazione di questo display, uno schermo sul quale dovevamo far apparire i numeri di una calcolatrice elettronica. In questa riunione in cui presentavamo il nuovo prodotto del gruppo di ricerca mi disse: “Per sbrigarci perché non me lo racconta lei cosa state facendo, invece di questi americani, che ho difficoltà a capire cosa dicono?“. Io feci tutta la presentazione, poi la dimostrazione, l’indomani lui prima mi partire mi disse: “Sa, tutti stanno pensando di farla venire in questo laboratorio ad aiutarli in questo progetto dei cristalli liquidi perché ha fatto buona impressione a tutti“.
Tornai a Ivrea e raccattai tutto… avevo un figlio di un mese, Marco, ero appena sposato. E nel dicembre 1970 mi trasferii permanentemente in America. Non so se sia stata una fuga dei cervelli ma di fatto io mi dissi con mia moglie che sarei stato infelice a Ivrea e volevo cogliere questa opportunità che mi si presentava.
1970-1972 Olivetti in Englewwod Cliffs, NJ ricerca su display e stampa "non impact" ottiene due brevetti US Patent office 1971, su display a cristalli liquidi. Dal 1973 al 1976 gli viene affidata la fondazione dell'Advanced Technology Center (ATC) a Cupertino, all'interno del quale sono nate alcune delle tecnologie più importanti per Olivetti Cupertino, California azienda nella quale opererà come dirigente. A Cupertino si sviluppano chips LSI, macchine per scrivere elettronica ET, e il primo Personal Olivetti M20. L' ATC nel 1982 conta 170 ricercatori e professionisti di informatica. Fondatore, Vice Chairman della Businessland Inc. la più grande catena di distribuzione di Personal Computers negli anni 80. La società è interamente finanziata da Venture Capital locale. Nominato Key executive dell'industria per tre anni consecutivi. Businessland viene quotata in Borsa NYSE nel dicembre 1983. Businessland diventa Entex Systems nel 1992.
1989 -1994 Fondatore, Presidente, Chief Executive Officer della NetFRAME Systems Inc. (quotata in Borsa NASDAQ nel giugno 1992) produttore di Computer Servers di rete ad alte prestazioni. Questa società è finanziata da Venture Capital Olivetti e locale e viene nominata nella lista delle 30 società di alta tecnologia a più rapida crescita negli USA da Fortune Magazine nel luglio 1994. Nel 1997 NetFRAME diventa una consociata di Micron Electronics. 1997 Co-fondatore, Chairman della Power Computing, la prima azienda produttrice di Personal Apple compatibili. La società viene finanziata con capitale Olivetti e di Venture Capital californiano. Power Computing viene acquistata dalla Apple Computer nel 1997. 1995-1997 Entrepreneur in Residence e Venture Partner della Accel Partners una società leader nel Venture Capital di Silicon Valley. 1997-1998 Chairman, co-fondatore e CEO della Icast Corporation, società di software che permette video e audio in diretta sull'Internet. La Icast viene interamente finanziata con capitale Accel Partners. Nell'agosto 1998 la Icast viene acquistata dalla FVC.COM, una società nel settore Video per Internet e il nome passa alla CMGI.

Enzo Torresi è stato anche nei Consigli di Amministrazione delle seguenti società quotate nel NASDAQ americano: PictureTel società leader mondiale nel mercato Video Conference. Optibase Ltd. società israeliana leader nel mercato Video Networking. Network Associates società leader nel network security e antivirus. Santa Cruz Operation (SCO) società leader nel mercato Unix e Linux.
Enzo Torresi è stato uno dei soci fondatori della "Band of Angels" di Palo Alto, un' associazione di Venture Capital californiana. Nel 1999 Enzo Torresi ha fondato Eurofund Partners, un fondo di Venture Capital che opera in Silicon Valley ed è stato Chairman di una societa' start-up di Internet Radio di nome Kerbango. Eurofund ha investito, oltre che in Kerbango, in Network24 (adesso parte di Akamai), Teknema (adesso Ravisent), Garage.com, ZNYX, Apptitude e Synaxia Networks, tutte società con sede in California. Enzo Torresi è stato nel Board of Advisors e Venture Partner di MyQube l'incubatore europeo di start-up promosso da Pirelli&C. e dai gruppi Benetton, Gazzoni, Caltagirone, Camfin, Mediobanca, Intesa e Merrill Lynch.
Nel 2002 la National Italian American Foundation lo ha premiato con lo Special Achievement Award in Technology. Torresi, in poco tempo divenne un punto di riferimento per tutti quei giovani che da qualsiasi parte del mondo volevano recarsi negli Stati Uniti per innovare. Nonostante questo, però, il legame di Torresi con la Sicilia era ancora forte, tanto che, alla sua morte, il 19 giugno 2016 a San Francisco (U.S.A.), è stato cremato e le sue ceneri sono custodite a Pedara, alle pendici dell'Etna, dove era nato. Inoltre, la famiglia ha annunciato donazioni a tre organizzazioni: il Friends of FAI (Fondo Ambiente Italiano di New York), il Museo ItaloAmericano di San Francisco e il NIAF (National Italian American Foundation di Washington).

Compra Sicilia

Teatro Siciliano    Torna alla Homepage

Scrivici !

CSSSS: AL SERVIZIO DEI SICILIANI

Lavora con noi. Antica Compagnia Siciliana   Lavora con noi. Antica Compagnia Siciliana Lavora con noi. Prodotti di primissima qualità certificata. Alta Gastronomia; Finissima Pasticceria; Gustose Granite; Primi e Secondi Piatti Pronti. Prodotti Surgelati e freschi da banco.

Tutti i diritti sono riservati- Copyright 1996-2020
© Centro Studi Storico-Sociali Siciliani Catania
Realizzazione CEM 21/02/1996

Tutto il materiale presente in questa pagina è riservato. L'uso, l'utilizzo e il transfert sono soggetti ad autorizzazione.