Turi Lima

Centro Studi Storico-Sociali Siciliani
"Banca dati di Letteratura e Poesia"
Storia, Folklore, Arte, Mitologia
In tutto il mondo con i SICILIANI

Centro Studi Storico-Sociali Siciliani

Antenna Trinacria
VENERO MACCARRONE
(Turi Lima)

(Catenanuova - EN - 18/08/1925- Catania 10/12/1996)

"Ju puru nascivi unni la pala e lu cuteddu lùciunu (nta la terra di lu focu!)". (Ju, Peddi Scura).

Compagnia Teatrale Attori 2000

Turi Lima

Poeta civile sicilianista, catanese di adozione. Sin dal dopoguerra operò fattivamente nell'ambiente letterario e giornalistico, collaborando, tra l'altro, alla stampa e alla diffusione di periodici quali " La Libertà ", " Sicilia Martire ", " Sicilia Rossa ", " Sicilia Indipendente ". Nel 1970 insieme allo storiografo avv. Natale Turco ed altri, fonda il " Centro Studi Storico Sociali Siciliani ", ricoprendo la carica di Segretario Generale sino alla sua morte avvenuta nel dicembre del 1996, per la realizzazione di opere editoriali di grande impegno e di poesia contemporanea.

Nel 1978 fonda, con altri, l'emittente radiofonica " R. T. Trinacria " poi denominata Antenna Trinacria la radio d'assalto, nota per la sua azione di recupero culturale e per l'impegno sicilianista.

Cartolina con poesia dell'autore edita dal CSSSS

Nel biennio 1982-1983 ha ottenuto quindici primi premi in concorsi letterari di grande importanza, quali il Giuseppe Denaro di Palermo (1982), l' Emilia Laganà di Catania (1982-1983), il Carlo Capodieci di Roma (1983), il trofeo delle Alpi di Roma (1983), il Città di Caltanissetta (1983), il Città di Sant'Agata di Militello (1982), il Città di Piedimonte Etneo (1983), ecc... La poesia di Turi Lima nasce dal rombo degli avvenimenti, dalla realtà drammatica dell'emigrazione, dallo stato di sudditanza contro cui ha combattuto; e la Sicilia, madre buona e generosa, ne è stata la sola ispiratrice; la Sicilia di Ducezio, eroe fra i più puri della storia umana e fra i più sfortunati; la Sicilia dei Vespri; la Sicilia amata e sognata da Antonio Canèpa; la Sicilia che si conquistò la sua autonomia ma che a causa di una classe politica asservita non seppe pienamente attuarla.

" Il vero rivoluzionario", disse un giorno Lelio Basso, "non si arrende mai". E questa profonda verità è nell'essenza poetica di Turi Lima. Quando leggiamo, infatti le sue composizioni con le tante metafore di neve, cielo e notti che accompagnano il suo canto politico-rivoluzionario, affiorano alla mente i nomi di BRECHT, del LORCA di "Mariana Pineda", di PABLO NERUDA, così come sorge spontanea l'esigenza di collocarlo accanto ai grandi poeti dell'Africa Nera, della Palestina, di Haiti, del Madagascar, oppressi dal colonialismo europeo.
Sui banchi di scuola, decenni or sono, dalle scarse ammissioni dei libri di testo italiani, capimmo che già nel Duecento la "Scuola Poetica Siciliana" fu essenziale alla formazione della poesia toscana e bolognese di prima dello "Stil Novo" e che il poetare siciliano venne tenuto d'occhio e onorato dallo stesso Dante per limpido et ornato stile. Ciò che però fa emergere Turi Lima è il costante amore per l'Isola, la devozione alla Causa del Popolo Siciliano, il ruggente impeto civile che non si arrende mai di fronte alle orge e alle vessazioni del colonizzatore e dei suoi collaborazionisti indigeni.
E la sua poesia, si badi bene, non è una poesia dell' ideologia, ma poesia di tutti e per tutti e appartiene alla Weltliteratur per la maturità dello strumento linguistico e perché è appunto la poesia del bardo che con la stessa passione di un DESMULIN e di un BUCHNER, con lo stesso lussureggiare lirico di immagini di un LORCA e con la stessa ferocia epigrafica di un BRECHT, con la sua comunione umana e terrestre, nutrita dalla sua passione civile, ci ricorda il "Canto spiegato" di un WALT WITMAN e del PABLO NERUDA del Lenador.
La poesia di Turi Lima rappresenta l'epos di un popolo che vuol liberarsi dalla sua condizione di colonizzato.

Natale Turco - Comiso 1 agosto 1982 -

Turi Lima ha pubblicato due raccolte di poesie siciliane "di riscatto", Ju, peddi scura e Fora.

FORA edito dal CSSSS    JU PEDDI SCURA edito dal CSSSS

Informazioni su Turi Lima si possono trovare sulla rivista "JU, Sicilia" edita dal CSSSS di Catania.

GIUSTIZIA

E m'arridisti,
appisa a lu cuteddu di me matri,
quannu fiddava pani.

Ti ntravitti
supra li spaddi stanchi di lu Cristu
a misurari ccu palmi di canna
nfucata,
la luci di la notti
e di lu jornu.

Ti ncuntrai,
vurricata,
sutta la sciara di na muntagna nìura,
l'occhi di fora e l'ugna
affunnati nta la terra.

JU, SICILIA

Ju,
Sicilia,
ncatinata a lu mari,
currivi pi millenni
n-cerca d'ùmmira d'alivi.

Mpriulai jardini di rosi
pi cògghiri simenza di zammàra
e m'astutaru dintra l'occhi
travi di focu.

Lu me cori è cripiatu
li me' vrazza pènnunu.

Li frutti di li chiùppira
buttìanu la me testa.

Ascolta la Poesia di Turi Lima
Concorso di poesia "Ju, Sicilia: la poesia di Turi Lima"

La lingua è il centro della poetica di Turi Lima, una Lingua cantata, gridata e, soprattutto, amata. Un luogo di radicamento e dunque di resistenza attiva al colonialismo devastante che ne fa sempre più sterile dialetto, squalificato e squalificante. Una Lingua viva, con la quale dire cose che altrimenti non possono né devono esser dette. " Ci vosi beni a Turi Lima e comu a iddhu, ora ca semu kiù 'ranni, arricampamu muddichi di pani mpastatu ccu manu di matri intra la maidda di lu tempu, passamu a sitacciu pàmpini di menta e ciuri di lumia e ccu lu sucu scrivemu li nostri Viti, scavamu ccu l'ugna la terra pi svurricari li ràdichi ncagghiati sutta ùmmiri addivintati màrmuru pi chiantarli dintra li funni di li quartari abbannunàti.
Caminamu supra un sonu di campani
per scoprire amaramente che nuddu chiù cerca lu nostru jocu; e consolarsi cantannu canzuni a lu ventu ca li ncannizza ccu la nostra pazzia. Ci vosumu e ci vulemu beni a Turi Lima anche perché ci ha lasciato una eredità linguistica preziosa quanto l'ossigeno e unica come la Sicilia vista dalla cima dell'Etna.

RECENSIONI

Sicilia Celu e Terra

La nota dominante di questa raccolta di Turi Lima "Sicilia celu e terra" è senz'altro l'identità: il segno inconfondibile che distingue il vero poeta dagli oscuri epigoni e che lo porta allo scontro con una società e una cultura.
Muovendosi dietro tutte le sensazioni di un universo umano per molti aspetti nuovo, Turi Lima sviluppa una tematica libertaria che trova il suo epicentro nel processo evolutivo del tempo e della storia. Evidente è la frattura con la poesia agrario-cattolica tradizionale, ma anche con tanta poesia odierna polarizzata su una stessa frequenza di suoni, di voci, di echi.
Le occasioni dell'autore s'incentrano nel dissidio della storia e della mistificazione della storia, della giustizia e dell'ingiustizia, della libertà e della coercizione, dell'intransigenza etica dell'uomo forte e del conformismo degli animi servili. E rinviano a Turi Lima preoccupato, più che di accusare e di gridare (sarebbe, questa, la soluzione più ovvia), di spingersi nei gorghi della coscienza inquieta e di chiamarla in causa con un atteggiamento di netta rimozione rispetto ad ogni acquiscenza umbratile ed esaustiva.
L'apporto ideologico è qui accolto come elemento-base del proprio orientamento culturale ed estetico, mentre il tema della socialità, che da Rapisardi a Quasimodo, da Brecht a Hikmet, da Whitman a Cardenal, ha sempre costituito una componente viva e partecipe del destino dell'uomo, è presente come sostanza e come ritmo in un'osmosi dialettica tra la soggettività dell'autore e il dato esistenziale.
Nota di Emanuele Gagliano



Conferenza organizzata dal Centro Culturale V. Paternò Tedeschi di Catania

Video della Conferenza organizzata dal Centro Culturale "V. Paternò Tedeschi" dal titolo: "Turi Lima, la figura umana e letteraria di un sicilianista". Domenica 4 giugno 2017. Relatore Renato Pennisi. Interventi di Christian Maccarone, Santo Privitera e Carmelo Furnari.

Centro Studi Storico-Sociali Siciliani...."La Sicilia prima di tutto."

Libri in Lingua Siciliana

Natale Turco    Torna alla Homepage

Scrivici !

Volete sostenere un nostro progetto? Contattateci! Centro Studi Storico-Sociali Siciliani

Lavora con noi. Antica Compagnia Siciliana   Lavora con noi. Antica Compagnia Siciliana Lavora con noi. Prodotti di primissima qualità certificata. Alta Gastronomia; Finissima Pasticceria; Gustose Granite; Primi e Secondi Piatti Pronti. Prodotti Surgelati e freschi da banco.

Tutti i diritti sono riservati-Copyright 1996/2020
© Centro Studi Storico-Sociali Siciliani Catania
Realizzazione CEM 21/02/1996

Tutto il materiale presente in questa pagina è riservato. L'uso, l'utilizzo e il transfert sono soggetti ad autorizzazione.